21 – 29 Agosto 2020

Museo d’arte moderna Vittoria Colonna – Via A. Gramsci, Pescara

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione nominativa mandando un messaggio alla nostra pagina Facebook, al numero 3476121579 o scrivendo una mail a pontierranti@gmail.com.

Inoltre per visitare la mostra è obbligatorio l’uso della mascherina ed è necessario portare con sè auricolari e cellulare per ascoltare gli audio delle istallazioni.

Giorni e orari di apertura:

  • sabato 22 agosto: ore 9 – 12,30 e 18 – 21
  • domenica 23 agosto: ore 18 – 21
  • martedì 25 agosto: ore 9 – 12,30 e 15 – 17,30
  • mercoledì 26 agosto: ore 9 – 12,30 e 18 – 21
  • giovedì 27 agosto: ore 9 – 12,30 e 15 – 21
  • venerdì 28 agosto: ore 9 – 12,30 e 18 – 21
  • sabato 29 agosto: ore 9 – 12,30 e 18 – 21

I tuoi superpoteri stanno dentro ciò che temi.

La paura è l’occasione per scoprire chi sei e creare il mondo che sogni.

Evento artistico che propone un vero e proprio viaggio interiore attraverso istallazioni, pittura, fotografia, video, teatro in collaborazione con Officine Solidali Teatro e Arte

Monere è l’infinito del verbo latino “moneo” che significa avvisare, da cui deriva la parola mostro (lat. monstrum). In origine i mostri erano considerati avvisi divini, creature deformi, contrarie all’ordine naturale, inviati dalle divinità per avvisare l’uomo circa un disordine interiore.

Nella mitologia, nelle leggende e nelle fiabe il mostro rappresenta il nemico contro cui il protagonista si batte rischiando la sua stessa vita e insieme l’occasione per scoprire i suoi poteri, le sue risorse, chi può essere e cosa è capace di fare. 

Monere propone ai fruitori un’esperienza che permetta di riconoscere i propri mostri personali, familiari e quelli legati al territorio e alle ideologie: solo chi sa nominare i propri mostri conosce davvero se stesso, i propri limiti e le proprie qualità. 

Gli artisti coinvolti hanno lavorato con l’intento di trasmettere il messaggio che i nemici temuti all’esterno, oggetto di paure ed ostilità, non sono altro che proiezioni dei propri fantasmi e di timori legati alla storia personale, familiare e della propria terra di origine: un percorso da fuori a dentro per contenere la paura e l’odio che purtroppo oggi spesso caratterizzano un modo distorto e pericoloso di leggere la realtà.

L’evento è sponsorizzato da Cantina Marramiero, Almacis, Nakpack, Heart Solution, Ondisplay Ledwall.